La_borsa_Marta_Gattari

La Borsa

I ciondoli Marta Gattari

I Ciondoli

La mia storia Marta Gattari

La mia storia

I miei progetti Marta Gattari

I miei progetti

I miei valori Marta Gattari

I miei valori

Servizi esclusivi Marta Gattari

Servizi esclusivi

Spedizioni Marta Gattari

Spedizioni

Confezioni Marta Gattari

Confezioni

Consulenza on line Marta Gattari

Consulenza online

La designer Marta Gattari nasce in un piccolo borgo medievale nel cuore delle Marche, incorniciato dalle dolci cime degli Appenini e dalla bellezza delle vallate: Sant’Angelo in Pontano (MC), un vero e proprio polittico di arte, cultura e tradizioni.

Antiche voci di contadini e artigiani risuonano ancora per le vie del centro, eco vivido di una stagione passata e pur tuttavia indimenticata.
Il Maceratese è terra ricca di tradizioni artigiane e di mestieri, sopravvissuti al reo tempo grazie alle botteghe disseminante in questo o quel borgo:
tra vicoli e piazzette infatti è ancora oggi possibile incontrare uomini e donne impegnati a mantenere vive e produttive antiche tecniche di lavorazione.

Marta Gattari la mia storia

Marta intende valorizzare le arti primitive, quanto raffinate dell’intreccio di fibre vegetali e della lavorazione delle pelli, arti che, sopravvissute alla tempesta dell’industria, si tramandano ancora oggi, e con grande orgoglio, di generazione in generazione.
Le creazioni di Marta nascono dall’incontro di forme autentiche, intatte e primordiali con la tradizione manifatturiera locale; è un matrimonio quanto mai fruttuoso, sostenuto dall’utilizzo consapevole e sostenibile di materie prime ricercate.
Midollino (fibra ricavata dalla canna d’India), pelli pregiate (italiane e sostenibili) e pietre preziose compartecipano alla creazione di borse senz’altro originali nonché sfacciatamente eleganti.

Marta_Gattari_la_mia_storia

Marta Gattari è una designer che vive e lavora nell’entroterra marchigiano dove l’arte dell’intreccio delle fibre vegetali e quella della lavorazione della pelle sono tramandate da generazioni nei piccoli laboratori artigianali.
Il suo marchio nasce da un’idea antica, un ricordo ancestrale sommerso ma presente nella memoria collettiva: il cesto di vimini che da sempre accompagna le donne, al di là delle diversità geografiche e culturali.
Le nostre antenate usavano i cesti per una pluralità di scopi: erano culle per i bambini o strumenti di lavoro; contenitori in movimento per portare fuori ciò che è dentro e dentro ciò che è fuori; ponti tra dimensioni diverse, tra la casa e la collettività, tra la famiglia e il lavoro.

In questo senso, Marta Gattari pensa alle borse come piccoli bagagli di quotidianità.